Castello di Torrechiara, incastonato nell’antico borgo medievale

Il castello di Torrechiara è il piccolo regno di un’antica e struggente storia d’amore quella del cavaliere visconteo Pier Maria Rossi e della sua amata Bianca Pellegrini. Tra leggenda e verità restano le nobili vestigia di questo maniero, dono di Piero alla sua amata, che raccontano con l’arte, la vicenda di questo amore romantico, l’amor cortese della tradizione medievale.

Situato su un colle da cui si gode un panorama davvero suggestivo, si distingue per la sua maestosità. Già all’arrivo si percepisce la magia del luogo. E’ di epoca tardo medievale perfettamente conservato, di forma quadrata, delimitata da quattro torri e da una cortina muraria con torrette.

La costruzione, iniziata per volere di Pier Maria Rossi, della famiglia Visconti, venne eretta tra il 1448 e il 1460 e dedicata alla sua amata, Bianca Pellegrini, diventandone la sua lussuosa residenza. È considerato uno dei castelli più suggestivi e meglio conservati d’Italia, con straordinari cicli affrescati quali: la “Camera d’Oro” del 1464 circa e le grottesche di Cesare Baglione. L’edificio sorge sulle rovine di una fortezza medievale, possente, ma allo stesso tempo armoniosa. Torrechiara è anche una raffinata dimora nobiliare, le sue stanze sono finemente affrescate e al suo interno si trova un piccolo borgo molto caratteristico.

Storia di Torrechiara

La Storia del castello di Torrechiara è strettamente legata ai suoi illustri Signori: Pier Maria Rossi e Bianca Pellegrini. Pier Maria Rossi nacque nel 1413, unico figlio di una delle più potenti famiglie del Parmense.
Fu un valoroso condottiero e anche un intellettuale, tant’è che la sua figura è stata spesso affiancata a quella di Lorenzo il Magnifico. In giovane età Pier Maria sposa in un matrimonio combinato al fine del mantenimento della pace Antonia Torelli, figlia di Orsina Visconti.

Proprio alla corte dei Visconti a Milano, Pier Maria Rossi incontra colei che sarà il grande amore della sua vita: Bianca Pellegrini. Bianca era già sposata, ma lascerà il consorte per seguire Pier Maria. La loro unione non verrà mai ufficializzata. A partire dal 1446 Pier Maria Rossi fece erigere due Castelli in onore di Bianca: quello di Torrechiara, e quello di Arzenoldo, detto anche Roccabianca”.
Si dice che il progetto e l’impianto dei castelli fu opera di Pier Maria e che l’armonia degli esterni, possenti ma equilibrati e proporzionati, sia da imputare proprio ai suoi studi artistico/architettonici in epoca Rinascimentale.

La Camera d’Oro e il primo piano

All’interno del castello spicca tra tutte la splendida Camera d’Oro. E’ così chiamata in quanto le formelle in terracotta che adornano la parte bassa delle sue pareti erano un tempo ricoperte di lamine d’oro zecchino.
Un tempo era la camera nuziale, ed è l’unica stanza del Castello ad avere mantenuto la decorazione quattrocentesca originaria. Il ciclo di affreschi di questa stanza è attribuito a Benedetto Bembo.

Il fulcro del messaggio dello splendido ciclo di affreschi si trova nelle quattro lunette della volta, che sembrano narrare il rituale dell’amore cavalleresco con protagonisti i due amanti di Torrechiara. In una di esse è ritratto Pier Maria, inginocchiato, nell’atto di donare la sua spada a Bianca in segno di fedeltà; in quella successiva Bianca accoglie la dichiarazione di Pier Maria e gli pone una corona di alloro sul capo; nella lunetta a nord è ritratto il cavaliere che dà le spalle al Castello di San Secondo, dove ha vissuto con la moglie, e la sua amata che dà le spalle al Castello di Roccabianca, tra i due sorge Torrechiara: il luogo del loro amore. Ma forse la lunetta più importante è quella posta ad est che raffigura Pier Maria e Bianca entrambi trafitti al cuore da Eros, il Dio dell’amore al centro di questo affresco.

Essendo le stanze prive di arredo, spiccano ancora di più gli affreschi alle pareti.

Sempre al piano superiore troviamo altre quattro bellissime stanze che sono state restaurate a fine anni ’90 e sono rispettivamente: le camere dell’Aurora, del Meriggio, del Tramonto e della Sera.
Le raffigurazioni del panorama, pur essendo frutto della fantasia dell’artista, sono molto armoniose; i colori utilizzati per le sfumature del cielo alle diverse ore del giorno, sono incredibili: ci si ritrova come avvolti da questi paesaggi e trascinati all’interno di uno scenario fantasy.

Le sale del Piano Terra

Dal cortile interno si accede all’Oratorio di San Nicomede, dove probabilmente vennero sepolti Pier Maria e Bianca. Sempre al pian terreno troviamo le sale di Giove, del Pergolato, della Vittoria, del Velario e la sala degli Angeli.

La Leggenda del Castello

Che Castello sarebbe, senza una leggenda?
Secondo leggenda il fantasma di Pier Maria Rossi si aggira ancora nel castello e nelle zone adiacenti. Pare che questo spirito nelle notti di plenilunio, vaghi alla ricerca della sua amata Bianca, ripetendo la frase “Nunc et semper” (dal latino ora e sempre). Questa frase la troviamo anche incisa, come motivo ricorrente, sulle formelle in terracotta della Camera d’Oro.

Il castello di Torrechiara, favolosa location cinematografica

Il fascino di questa location non è passato inosservato neanche agli occhi di importanti registi cinematografici e ha fatto da sfondo a scene di diversi film tra questi:

  • La tragedia di un uomo ridicolo, film del Maestro Bertolucci del 1981
  • Ladyhawke, del 1985 con una giovanissima Michelle Pfeiffer
  • Borgia, serie televisiva del 2014

Visite guidate nel Castello di Torrechiara, Aggiornamento post emergenza Covid-19

La sua riapertura, dopo la chiusura forzata causata dall’emergenza Covid-19, è avvenuta domenica 24 maggio. Naturalmente dalla riapertura e per tutto il  2020 è previsto l’obbligo dell’uso di mascherine e il mantenimento del distanziamento interpersonale di almeno un metro.

L’accesso è consentito ad un massimo di 50 persone per volta.

L’ingresso prevede il pagamento di un biglietto del costo di 5,00 Euro.
Gli orari di apertura sono i seguenti: da martedì a sabato: 10.00-19.00 domenica e festivi: 13.00-19.00 lunedì: chiuso.

Tel. Biglietteria 0521-355.255

Sul sito ufficiale trovate tutte le info utili.

E’ un posto magnifico che ti consiglio di vedere, spero di averti ispirato.

 

Go on traveling!

Lety goes on

22 Commenti

  1. Nicoletta - Viaggiatori per Caso

    Sono una grande appassionata di borghi e castelli e ogni segnalazione per me è preziosa! Mi piacerebbe moltissimo visitare il castello in cui hanno girato “I Borgia”, serie che ho seguito dalla prima all’ultima puntata!|

    Rispondi
    • letygoeson

      Anche io! Super innamorata di Cesare Borgia 😉

      Rispondi
      • Maria Domenica

        Che meraviglia questo castello medievale che si è reso testimone e custode dell’amore tra Bianca e Pier Maria.
        Merita di essere vissuto appieno nella sua bellezza e storia.
        Maria Domenica

        Rispondi
  2. Cristina Petrini

    Anni fa feci un 3/4 giorni in Emilia Romagna e visitai gran parte dei suoi castelli, tra cui questo. Consiglio a tutti questo tour che non ha nulla da invidiare ai Castelli della Loira! Magico!

    Rispondi
    • letygoeson

      Assolutamente! Ti assicuro che gli affreschi all’interno sono semplicemente spettacolari!!!

      Rispondi
  3. Alice

    Aspetto sempre con curiosità i tuoi articoli perché, come sai, siamo vicine di casa😉 bellissimo il castello e sono super curiosa di visitare il borgo!

    Rispondi
    • letygoeson

      Ciao Alice!
      questa gita si fa tranquillamente in giornata, magari una domenica fermandoti a pranzo direttamente nella trattoria dentro al borgo! Vedrai che non ti deluderà!
      Speriamo solo che non richiudano tutto… anche solo le visite in Emilia-Romagna regalano splendide sorprese a pochi passi da casa nostra!

      Rispondi
  4. Veronica

    Adoro i castelli e sono sempre molto curiosa della storia che si cela dietro ed ancora di più delle leggende che ne ruotano attorno. Gli affreschi sono davvero magnifici nelle sale, uno spettacolo per gli occhi.

    Rispondi
  5. Simona

    Sono stata solo una volta in Emilia Romagna, lo so dovrei recuperare al più presto. Purtroppo riuscii a fare solo Rimini ma spero di tornare presto e non mancherò questa visita. Anche la storia che c’è dietro è molto affascinante!

    Rispondi
  6. M.Claudia

    I Castelli e le leggende che custodiscono mi piaccio molto, questo spero tanto di riuscire ad andare a visitarlo quando questa brutta situazione che stiamo vivendo, l’avremo lasciata alle spalle.

    Rispondi
  7. Annalisa Artoftraveling

    Che bellezza! Devo dire che fra Parma e Piacenza ci sono diversi borghi e castelli da visitare, verrò sicuramente se non bloccano gli spostamenti fra regioni.

    Rispondi
  8. Daiana Bianco

    Bellissimi gli affreschi trompe l’oeil degli interni, ricordano La Camera degli Sposi del Mantegna nel Castello di San Giorgio di Mantova.
    Apprezzo poi la curiosità cinematografica della location.

    Rispondi
    • letygoeson

      Non ho mai visto il Castello di san Giorgio… mi incuriosice molto!!!!

      Rispondi
  9. Katrin Poe Mg

    Wow si lo conosco, anche noi qui in Abruzzo abbiamo una location che usarono per Ladyhawke, in provincia dell’Aquila, un borgo questo davvero meraviglioso ricco di storia e quella del fantasma è la più romantica, il fatto che la frase da lui ripetuta sia scritta in bella mostra, rende l’atmosfera ancora più magica, un luogo davvero incantevole una gemma preziosa.

    Rispondi
    • letygoeson

      Sapevo di quest altro casello in abruzzo, sempre location di Lady Hawke… pare che si siano fatti un bel giro di castelli per questo film!!!! D’altra parte entrambe le ambientazioni sono molto suggestive!!!!

      Rispondi
  10. amalia occhiati

    Che bello questo posto, non lo conoscevo. Appena avremo nuovamente libertà di movimento correro a conoscerlo

    Rispondi
  11. valeria

    Wow! Ma che bel posto, grazie che ce l’hai fatto conoscere e scoprire!

    Rispondi
  12. sabrina barbante

    Sai che non conoscevo questo posto? e dal momento che sto preparando il prossimo progetto di promozione territoriale post pandemia, lo segno tra le tappe da inserire! E complimenti per il tuo progetto-blog, ha un enorme potenziale! 🙂

    Rispondi
    • letygoeson

      Ti ringrazio moltissimo! Ci tengo molto a questo progetto.
      Torrechiara è una gemma, mettila pure tra le tue tappe!
      Pure Alberto Angela ci fece una puntata intera di “Ulisse”!! Io nel mio piccolo consiglio di visitarlo e, per ora, sono tutti entusiasti di averlo fatto!!!

      Rispondi
  13. Manuela

    Che bello adoro scoprire sempre nuove bellezze italiane e ne rimango sempre entusiasta, mi piacerebbe proprio visitare questo castello e ammirarne l’arte.

    Rispondi
  14. Zelda

    Ma che meraviglia questo castello di Torrechiara. Una chicca da visitare assolutamente!

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ciao! Sono Lety

Lety goes on

Like Us On Facebook

Facebook Pagelike Widget

Articoli in rilievo

santarcangelo-di-romagna-1-letygoeson
un-giorno-a-mostar-bosnia-2-letygoeson
croazia-in-6-giorni-2-letygoeson
dieci-cose-da-fare-a-lisbona2-letygoeson
malta-da-scoprire-itinerario-di-5-giorni-01-letygoeson

Calendario dei Post

Ottobre: 2020
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

I miei Tour, prenota con un click!

tour a piedi in centro a bologna Bologna tour guidato con degustazione Bologna, pranzo a casa di una sfoglina gita privata in Val d'Orcia visita sirmione motoscafo

Adsense

error: Content is protected !!