Città di Fano: tra mare e antichità, un bel luogo ancora da scoprire

da 23, Giu, 2021Italia

Ecco i 10 luoghi imperdibili!

Città di Fano nelle Marche, tra mare e antichità, è una cittadina che può stupirti. Anche se il luogo non è sempre indicato come meta turistica, ci sono molti motivi per amarla e per volerla visitare, a partire dalle sue spiagge color pastello, dalla sua graziosa città storica e dal piccolo porto di pescatori.

Considero Fano un piccolo angolo di paradiso: ci vado ogni volta che la vita frenetica prende il sopravvento e voglio rilassarmi, estate o inverno che sia, tant’è che la considero la mia seconda casa.

Questa località di villeggiatura sul mare Adriatico, non è stata ancora investita dal turismo di massa e per questo è una bella località ancora da scoprire. Fano, infatti, è il luogo ideale per tranquille passeggiate in centro o sul mare, si mangia bene ed è anche un centro storico ricco ed interessante per weekend culturali.

Ecco una guida dei posti imperdibili di Fano, scritta da una fanese adottiva, la sottoscritta. Partiremo dal centro città e poi ci sposteremo sul mare.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lety goes on | Wandering Italy (@letygoeson)

Piazza XX Settembre (Piazza della Fortuna):

Cominciamo con la piazza principale della città: l’ariosa piazza XX Settembre (o piazza della Fortuna), sulla quale si affacciano alcuni dei palazzi più rilevanti di Fano, tra cui il ricostruito palazzo del Podestà, originariamente del 1300, oggi sede del teatro della Fortuna.
Su questa piazza certamente noterai la fontana della Fortuna, che rappresenta proprio la dea omonima – in questo caso non raffigurata bendata – che regge un drappo dietro la schiena.

La statua bronzea originale, di Donnino Ambrosi è del 1593 ed è ora conservata presso il museo civico: in piazza è possibile ammirare la sua esatta copia. Il mercoledì ed il sabato mattina, la piazza e alcune stradine adiacenti sono occupate dalle vivaci bancarelle del mercato, dove si possono comprare abbigliamento o generi alimentari, tra cui il pesce fresco di giornata.
Curiosità: osservando attentamente la statua della Dea, si nota un’incongruenza piuttosto evidente tra il drappo gonfiato dal vento ed i capelli. Infatti, il drappo si muove in un senso, mentre i capelli nel senso opposto.

Il Palazzo Malatestiano

Palazzo Malatesta, incantevole sia all’interno sia all’esterno, eretto nel XV secolo, ha una magnifica loggia, un’ampia scala, un ampio portico e ospita il museo e la galleria d’arte di Fano: da visitare per chi ama la storia e desidera approfondire le origini di questa città.
Il museo Civico e la Pinacoteca, con sedici sezioni organizzate per periodi storici, offrono anche un’esposizione di dipinti romani, locali, bolognesi e veneziani, per scoprire la storia del periodo romano di Fanum Fortunae.

Aperto tutti i giorni tranne il lunedì dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 19.

 

Mura Augustee

Circondano il centro storico e sono le mura romane più lunghe dopo quelle di Roma. Molto ben conservate meritano sicuramente una visita. Di sera l’illuminazione soffusa invoglia a passeggiate romantiche lungo il loro perimetro. E’ davvero un luogo da non perdere e nel quale è possibile respirare ed apprezzare la civiltà romana.

Arco d’Augusto

E’ la meta più iconica della città: l’arco, situato proprio all’ingresso al centro storico, segna il confine tra la via Flaminia consolare ed il decumano maximo (l’attuale via Arco d’Augusto). A differenza di altri “Archi” di trionfo, questo arco è proprio la porta della città e ne costituisce l’ingresso, infatti è ancora parte delle mura Augustee, perfettamente inserito tra gli altri edifici confinanti.

 

Rocca Malatestiana

Eretta dai Malatesta a metà del ‘400, nasce come costruzione militare a pianta trapezoidale. Nel 1930 venne parzialmente danneggiata dal terremoto. Ma furono i bombardamenti della seconda guerra mondiale a fare i maggiori danni. Oggi se ne visitano le rovine, tutto sommato ben tenute.
Troverai molto suggestivo passeggiare per la città ed arrivare fino a qui, nel suo prato. Dalla cima della rocca non si vede il mare, ma si gode comunque di un bel panorama sulla città. Gli spazi che restano, sono spesso occupati, al loro interno, da esposizioni d’arte, ed è molto probabile trovare qualche mostra interessante in ogni momento dell’anno.
D’estate la rocca resta aperta fino a mezzanotte, per regalarti un’atmosfera davvero magica.

Chiesa di San Francesco

Solitamente chiusa al pubblico questa chiesa sconsacrata, è (secondo me) una delle più belle attrazioni nascoste della città. Si trova in via San Francesco, ne restano solo le pareti laterali, è completamente senza tetto e con un prato verde come pavimento.
Un cancello quasi sempre chiuso ne impedisce l’accesso. Talvolta vengono organizzati concerti o eventi e diventa possibile accedervi per una fugace visita. Normalmente però, ci si deve accontentare di sbirciare all’interno attraverso le inferriate.

Loggia e Chiesa di san Michele

Affiancata all’arco d’Augusto, sul suo lato interno, è il fantastico ingresso a colonne della loggia di San Michele, palazzo storico del 1494. Attualmente il palazzo ospita alcuni corsi di laurea dell’Università degli Studi di Urbino.

 

Bastione Sangallo

Sulle antiche mura malatestiane, all’altezza della stazione trovi il Bastione Sangallo, roccaforte difensiva angolare, opera del famoso architetto Sangallo del 1532. Fu edificato per proteggere la città dagli attacchi dei pirati, e arricchito dallo stemma papale.

Solo di recente è stato riaperto al pubblico e vi si può accedere liberamente ogni domenica mattina sino alle 12.30.

Le Spiagge

Il litorale fanese si estende da Pesaro a Ponte Sasso. Il porto fa da spartiacque tra le due tipologie di spiagge, sul lato più a nord vi sono le spiagge sabbiose e dorate del Lido con la sua palpitante vita notturna; a sud del porto, inizia la Sassonia, splendide spiagge di ciottoli bianchi e levigati. Su entrambi i litorali, ci sono spiagge attrezzate e spiagge libere.

Fano ha ottenuto anche quest’anno il premio Bandiera Blu, che ne attesta la qualità della vita e la purezza delle acque. L’offerta turistica non manca: in tutta la zona del mare, di fianco al porto, sono presenti una moltitudine di hotel, ristoranti, bar, negozi.

Passeggiate sul Mare:
Passeggiata del Lisippo, Marina dei Cesari e Molo dei Trabucchi

Dal litorale della Sassonia, proprio di fianco all’ultimo campo da beach volley di bagni Carlo, si accede alla “passeggiata del Lisippo” un lungomare lungo un chilometro, accessibile a pedoni e ciclisti:

costeggia a est direttamente il mare, mentre a ovest in corrispondenza della marina dei Cesari, è il porto turistico di Fano di recente ristrutturazione. La vista da entrambi i lati è stupenda, si gode di un panorama che trasmette pace e serenità.
Il percorso si esaurisce con un tratto che si snoda in parallelo al mare, costeggiato da un muretto in cemento che ripara dalle onde ed è dipinto con murales che rappresentano l’orizzonte. Al termine del tragitto si trova la statua di Lisippo. La scultura è una copia dell’originale statua in bronzo ripescata al largo di Fano, nel 1964, raffigurante un atleta che si incorona. Pare che porti fortuna toccargli le parti intime, ecco perché sono così consumate…
L’originale di quest’opera è conservato al Getty Museum californiano.

Qui la vista si apre sul mare e, di fronte, si può scorgere il molo del lido coi suoi graziosi trabucchi colorati. Percorrendo  questo secondo molo, al quale si accede superato il ponte del lido, si possono fare stupende passeggiate, soprattutto all’alba, quando il sole sorge dal mare.

Altre attrazioni

Come hai visto ci sono davvero tantissime cose da vedere a Fano per conoscerne la cultura rilassandosi immersi nei suoi stupendi paesaggi. Se hai più tempo e vuoi altri suggerimenti su cosa visitare a Fano, ti consiglio anche:

. Duomo dell’Assunta

. Tombe malatestiane

. Palazzo Martinozzi

. Chiesa e Chiostro di San Paterniano

. Chiesa di Santa Maria Nuova

. Cappella Nolfi

. Chiesa di San Pietro in Valle

. Pinacoteca di San Domenico

Se capiti qui nel periodo di Carnevale oppure in estate, puoi partecipare ad uno degli eventi che la città organizza, come il Carnevale di Fano e la Fano dei Cesari, sono uno più bello dell’altro.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lety goes on | Wandering Italy (@letygoeson)

Dove mangiare a Fano

Certamente la tradizione marinara influenza tantissimo le scelte gastronomiche di turisti e fanesi. Sono davvero innumerevoli i ristoranti, le trattorie e i piccoli bistrot dove puoi assaporare i piatti sfiziosi a base di pesce e, per giunta, senza spendere un capitale! Ma non ci sono solo i piatti di pesce. In città e nel primo entroterra puoi assaggiare carne e selvaggina, cucinati a regola d’arte.

Il tema merita una trattazione ad hoc. Rimando l’argomento a un articolo di approfondimento dove puoi leggere i miei consigli sui ristoranti di pesce di Fano ed un nuovissimo Ristorante, di recente apertura, dove ho mangiato stupendamente carne in città.

 

Go on traveling!

Lety goes on

Vuoi chiedermi un consiglio, raccontarmi le tue opinioni, suggerirmi qualcosa da fare o vedere o più semplicemente…salutarmi?

Lasciamo un commento qui sotto oppure,

ti aspetto sulla mia pagina FACEBOOK  LETYGOESON

e sul profilo INSTAGRAM @letygoeson

Ci vediamo lì!

8 Commenti

  1. Chiara "oscuro_errante"

    Sono andata a Fano qualche secolo fa, sarebbe fantastico ritornarci! L’avevo vista proprio di corsa, quindi ricordo veramente poco! Coglierò anche l’occasione per consigliare il tuo sito, veramente molto bello!

    Rispondi
  2. M.Claudia

    Le Marche é una regione che ho visitato pochissimo. Grazie per avermi fatto scoprire Fano una cittadina che ha veramente tantissimo da offrire a chi la visita.

    Rispondi
  3. Daiana Bianco

    Sì sì, Fano è bella e si sta bene.
    L’ho solo assaggiata, per qualche giorno, compreso il capodanno, un secolo fa, ospite con amici nella seconda casa di parenti di un’amica. E poi due estati fa di passaggio per lavoro.
    Meriterebbe un altro giro!

    Rispondi
  4. Isabella

    Ho visitato Fano con i miei genitori che avevo 8-9 anni quindi i miei ricordi sono un po vaghi. Mi piacerebbe molto tornarci.

    Rispondi
  5. Lucy

    Devo ammettere che è una città che ancora non conosco anche se è molto vicina a me che sono Molisana sicuramente ne approfitterò per visitarla qualche fine settimana Grazie sempre per i tuoi consigli utilissimi

    Rispondi
  6. Zelda

    Non conoscevo questa cittadina, ma la trovo davvero bella e interessante. Spero di poterci andare un giorno!

    Rispondi
  7. Manuela

    Essendo marchigiana non posso non conoscere Fano ci sono stata tante volte da ragazzina proprio al carnevale…ma adesso mi hai messo una gran voglia di tornare non è lontano e ci posso organizzare una bella gita giornaliera.

    Rispondi
    • letygoeson

      quest’estate vorrei fare un bel Road trip per le Marche, prendendo come punto di partenza Fano… ho già un abbozzo di mete da vedere ma Manu, quali sarebbero i luoghi imperdibili secondo te?

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ciao! Sono Lety

Lety goes on

Like Us On Facebook

Facebook Pagelike Widget

Articoli in rilievo

santarcangelo-di-romagna-1-letygoeson
un-giorno-a-mostar-bosnia-2-letygoeson
croazia-in-6-giorni-2-letygoeson
dieci-cose-da-fare-a-lisbona2-letygoeson
malta-da-scoprire-itinerario-di-5-giorni-01-letygoeson

Calendario dei Post

Giugno: 2021
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

I miei Tour, prenota con un click!

tour a piedi in centro a bologna Bologna tour guidato con degustazione Bologna, pranzo a casa di una sfoglina gita privata in Val d'Orcia visita sirmione motoscafo

Adsense

error: Content is protected !!