Itinerario di tre giorni a Vienna

da 27, Set, 2023Austria

Itinerario di tre giorni a Vienna, cosa vedere e cosa fare nella capitale austriaca.
Se c’è una città che incarna l’eleganza e l’affascinante bellezza dell’Europa, è sicuramente Vienna. Lasciati trasportare in un viaggio attraverso le strade e i palazzi maestosi dell’affascinante capitale austriaca mentre ti svelo i suoi tesori nascosti, le sue ricchezze culturali e le tappe fondamentali per un itinerario di 3 giorni.

Che tu sia un amante dell’arte, un appassionato di storia o semplicemente curioso di conoscere una delle città più affascinanti del mondo, questa guida dettagliata su Vienna ti aiuterà molto nella pianificazione del tuo itinerario!
Esploreremo insieme i luoghi iconici come il magnifico Palazzo di Schönbrunn e il famoso Duomo di Santo Stefano, ma ci addentreremo anche nei quartieri più autentici e vivaci di questa città, scoprendo gioielli gastronomici e autentici caffè viennesi. Ma non solo: ti condurrò per mano attraverso i musei più rinomati, come il Museo Sissi e il Belvedere e ti svelerò anche angoli nascosti e insoliti di questa città affascinante.

Preparati a lasciarti incantare dalla bellezza di Vienna, a immergerti nella sua cultura vivace e a gustare piatti tradizionali deliziosi.
Con questa guida completa, sarai in grado di pianificare il tuo viaggio in modo dettagliato, scoprendo tutto ciò che Vienna ha da offrire. Pronto a lasciarti sorprendere?
Benvenuto a Vienna, il cuore pulsante della cultura europea.

Il Centro storico di Vienna

Vienna, una città vasta e affascinante, offre un’ampia gamma di opportunità per i visitatori, specialmente coloro che la esplorano per la prima volta. Durante i mesi estivi, la città si concede in lunghe giornate di luce, ideali per passeggiate attraverso il suo centro storico e i suoi pittoreschi parchi. Mentre in autunno e inverno, soprattutto durante la stagione dei mercatini di Natale, Vienna si trasforma in un luogo di atmosfere magiche, nonostante il calare precoce delle tenebre.

Il nucleo storico di Vienna è stato insignito del titolo di Patrimonio dell’Umanità UNESCO, grazie al suo ruolo cruciale nella storia musicale europea, ai sontuosi palazzi, ai giardini barocchi e agli eleganti viali della Ringstrasse. Sebbene le sue origini risalgano ai tempi dei celti e dei romani, Vienna ha raggiunto il suo massimo splendore quando è diventata la capitale dell’Impero Asburgico. Oggi, continua a brillare come una delle capitali europee più vibratamente culturali, offrendo una ricca esperienza di storia e arte.

La metropolitana di Vienna

La metropolitana di Vienna (U-Bahn) è stata la mia più grande amica in questa vacanza. La rete urbana è composta da 4 linee principali che collegano praticamente tutto il centro, contrassegnata dai colori Rosso, Verde, Viola, Arancio e Marrone. La puntualità dei treni è disarmante e la pulizia delle stazioni e dei vagoni è a dir poco maniacale.

La corsa singola costa 2.40 euro ma si può risparmiare moltissimo se si prevede di fare su e giù per la città con gli abbonamenti a breve termine da 24 ore a 8.00 €, 48 ore a 14.10 euro e 72 ore.
Il primo giorno di esplorazione di Vienna, subito prima di partire, ho comprato il biglietto valido 72 ore a 17.10 € e, considerando quanti treni ho preso, ho fatto davvero un affare! Tutti i biglietti si possono acquistare presso le macchinette poste all’ingresso di ogni stazione della metro e le istruzioni sono tradotte in diverse lingue, anche l’italiano!

Con il Vienna City card si risparmia?

Se ti stai informando sulle attrazioni di Vienna sicuramente non è la prima volta che senti parlare del Vienna City card.  E magari stai pensando se sia una scelta vantaggiosa…
Se visiti Vienna per la prima volta, potresti valutare l’opzione di acquistarlo. Questo pass ti offre l’accesso all’autobus turistico e l’ingresso senza dover fare la fila in molti musei. Inoltre, puoi anche optare per l’aggiunta di un biglietto per l’uso dei mezzi pubblici.

 

Per determinare se il Vienna City card sia conveniente per te, puoi fare un confronto tra il costo complessivo del pass e quello delle singole attrazioni che intendi visitare. Di solito, il pass è un’opzione vantaggiosa per chi desidera esplorare numerosi musei, visto che i biglietti singoli per ciascun museo possono avere costi piuttosto elevati.
Se preferisci esplorare la città comodamente a bordo dei bus turistici hop-on-hop-off, puoi anche considerare l’acquisto dei biglietti per uno o più giorni, che ti consentiranno di salire e scendere alle fermate previste.

Puoi acquistare il Vienna City card online, e i prezzi variano in base alla durata che preferisci: 1, 2, 3  giorni, a partire dal momento del primo utilizzo. Per le istruzioni sul ritiro, ti consigliamo di leggere attentamente le indicazioni al momento dell’acquisto.

Giorno 1

Stephenplatz e la Cattedrale di Santo Stefano

La prima mattina di esplorazione parte dal centro storico, la Piazza di Santo Stefano o Stephenplatz, nella quale si erge il Duomo omonimo. Questa maestosa struttura gotica, conosciuta anche come Stephansdom in tedesco, è un’icona indiscussa della città, un faro di storia e bellezza architettonica che si staglia nel cuore del centro storico.
La sua posizione nella Stephansplatz, una delle piazze principali di Vienna, la rende il centro nevralgico della città, un punto d’incontro e un luogo di riferimento per i viennesi e i visitatori di tutto il mondo e, naturalmente, è una delle principali attrazioni turistiche di Vienna!

La storia della Cattedrale di Santo Stefano risale a lontano, all’anno 1137, quando iniziarono i lavori di costruzione. Nel corso dei secoli, questa meraviglia architettonica ha subito numerosi restauri e ampliamenti, abbracciando stili diversi, dal gotico al romanico, con sfumature barocche e rinascimentali.

La facciata della cattedrale è un’imponente opera gotica, adornata da torri e guglie che toccano il cielo. La torre sud, conosciuta affettuosamente come Steffl, è la principale ed offre una vista spettacolare sulla città una volta raggiunta la sua cima. Ma è solo l’inizio di un viaggio straordinario.
L’interno della cattedrale è un’esperienza che lascia senza fiato. Le maestose volte a crociera, le vetrate colorate che fanno danzare la luce, gli altari e le cappelle riccamente decorate, tutto questo crea un’atmosfera sacra e incantata. Qui, si può perdersi nella contemplazione delle opere d’arte che adornano ogni angolo, dai dipinti alle sculture, dagli affreschi ai dettagli decorativi di straordinaria bellezza.

Ma la Cattedrale di Santo Stefano cela anche un segreto sotterraneo: la Cripta Imperiale. Questo luogo di sepoltura ospita i resti di membri della famiglia imperiale degli Asburgo, un luogo di memoria e riflessione che attrae gli amanti della storia da tutto il mondo.

Non si tratta solo di un monumento passivo, ma di un luogo di culto attivo. La cattedrale ospita regolarmente servizi religiosi, eventi musicali e concerti, continuando a essere al centro della vita culturale viennese. 
Le porte della Cattedrale di Santo Stefano sono generalmente aperte ai visitatori, anche se gli orari possono variare in base ai servizi religiosi e agli eventi in programma. Per coloro che desiderano una prospettiva ancora più straordinaria, è possibile salire sulla torre principale e ammirare Vienna da un punto di vista privilegiato.

Kohlmarkt

La rinomata Kohlmarkt è una delle vie più eleganti di Vienna, situata nel cuore del primo distretto della città, è un’autentica oasi per gli amanti dello shopping di lusso e dell’eleganza.
Situata a pochi passi da gioielli come la Cattedrale di Santo Stefano e l’imponente Hofburg, il palazzo imperiale, questa strada vanta una posizione invidiabile nel cuore pulsante della città.

Ma è ciò che troverete lungo questa strada che la rende davvero speciale: Kohlmarkt è rinomata per essere una delle destinazioni di shopping di lusso più esclusive di Vienna. Sin dai tempi dell’Impero Austro-Ungarico, Kohlmarkt ha ospitato negozi di lusso e rappresenta un’autentica istituzione nella cultura dello shopping viennese.

Gli edifici storici che si ergono lungo la strada conferiscono un’atmosfera elegante e raffinata, facendo sì che ogni passeggiata sia un tuffo nel passato.
Le sue boutique di alta moda, gioiellerie di lusso e negozi di articoli di lusso con sede in palazzi storici imponenti, offrono un’esperienza di shopping senza eguali. Kohlmarkt ospita anche gallerie d’arte e negozi di antiquariato che custodiscono tesori d’arte, oggetti d’antiquariato e pezzi unici, nonché una vasta gamma di ristoranti e caffè eleganti.

Ankeruhr, L’orologio dell’Ancora

Poco distante da Kohlmart ti consiglio di dirigerti verso l’Ankerruhr.
L’Ankeruhr di Vienna è un orologio che combina arte e funzionalità. Si trova sulla facciata di un edificio chiamato la Haus zum Scharfenstein, situato nella piazza Hoher Markt nel centro storico di Vienna, poco distante dalla rinomata Stephenplatz.
La sua particolarità è data dalle figure animate in bronzo dorato che rappresentano personaggi storici dell’Austria come Mozart e Schubert e ogni giorno alle 12:00, 15:00 e 18:00, queste figure prendono vita e si esibiscono in una performance di 12 minuti.
L’orologio ha anche un quadrante astronomico che mostra le posizioni del sole e della luna nel cielo di Vienna. È diventato una tappa obbligata per i visitatori interessati all’arte e alla storia austriaca. Negli anni ha subito lavori di manutenzione e restauro per preservare la sua bellezza.
L’Ankeruhr è un’attrazione turistica iconica di Vienna, che combina in modo originale l’estetica e la funzionalità.

Casa di Mozart

Situata in una posizione centrale, al numero 5 di Domgasse, nel cuore del primo distretto di Vienna, questa casa è stata il rifugio di Mozart dal 1784 al 1787. È proprio qui che il maestro compose alcune delle sue opere più celebri, tra cui il capolavoro immortale “Le nozze di Figaro”.
Questa dimora storica, conosciuta come Mozart Wohnhaus, è molto più di un semplice edificio; è un portale magico che ci permette di viaggiare indietro nel tempo per toccare con mano la vita e il genio di uno dei più grandi musicisti della storia. Camminando tra queste pareti cariche di storia, ci si può facilmente immaginare il genio al lavoro, la sua mente in tumulto mentre traduceva le sue visioni musicali in note scritte a mano.

Ma la casa di Mozart non è solo un luogo di memorie storiche. È un museo vivo, un portale che ci permette di gettare uno sguardo privilegiato nella vita quotidiana del compositore. Non solo troverete oggetti personali di Mozart, ma anche i suoi strumenti musicali e spartiti originali, un tesoro inestimabile che ci collega al suo straordinario talento creativo.

 

Al di là delle stanze e degli oggetti, il museo offre una serie di affascinanti esposizioni che svelano gli aspetti meno conosciuti della vita di Mozart a Vienna. Scoprirete i suoi rapporti con la famiglia, gli amici e i collaboratori, e vi inoltrerete nella cultura viennese dell’epoca, che fu un elemento cruciale nella formazione del suo stile musicale unico.

L’ingresso a questo mondo incantato ha un costo accessibile di soli 12 euro, acquistabile direttamente a questo link. È un investimento modesto per un’esperienza straordinaria che vi lascerà con una comprensione più profonda e una rinnovata ammirazione per il genio di Mozart. 

Palazzo Schönbrunn

Dopo aver visitato la Casa di Mozart, ho preso la metropolitana, la numero 4 (verde). Direzione il magnifico Schönbrunn, l’attrazione più famosa (forse) di Vienna!  
Schönbrunn è un’attrazione imperdibile che offre una combinazione straordinaria di storia, architettura maestosa, giardini incantevoli e regala uno sguardo privilegiato sulla vita della nobiltà imperiale viennese.
Il Palazzo di Schönbrunn è un gioiello barocco situato nel quartiere Hietzing, nel quattordicesimo distretto di Vienna. Questo sontuoso palazzo è molto più di una semplice attrazione turistica; è una porta d’accesso a una storia ricca di fascino e mistero.

Questo palazzo affonda le radici nel XVII secolo, quando fu concepito come residenza estiva per la famiglia imperiale degli Asburgo, e fu proprio sotto il regno dell’Imperatrice Maria Teresa che Schönbrunn raggiunse il suo massimo splendore, diventando un simbolo dell’opulenza imperiale. È anche qui che nacque il giovane Francesco Giuseppe, il futuro Imperatore d’Austria, aggiungendo un ulteriore strato di significato storico a questo luogo straordinario.
L’architettura di Schönbrunn è semplicemente mozzafiato, con facciate eleganti, saloni decorati in modo sontuoso e dettagli artistici che catturano l’immaginazione. Il complesso comprende anche un teatro, la Gloriette, una struttura panoramica che si erge su una collina dietro il palazzo, e una serie di giardini e fontane che aggiungono ulteriore bellezza al paesaggio.

I giardini di Schönbrunn sono una festa per gli occhi. Vasti e curati con maestria, seguono lo stile barocco e sono ispirati ai giardini all’italiana: terrazze, viali alberati, aiuole fiorite, fontane e sculture si svelano mentre passeggiate, creando un’atmosfera di incanto e tranquillità. È un luogo ideale per passeggiare, rilassarsi e immergersi in uno scenario lussureggiante.
All’interno del complesso di Schönbrunn troverete anche il Giardino Zoologico di Vienna, uno dei più antichi zoo ancora in funzione al mondo.

Il Palazzo di Schönbrunn è aperto al pubblico e offre una serie di visite guidate che vi consentiranno di esplorare le sale di rappresentanza, i saloni privati, la sala da pranzo e altri ambienti storici, prenotabile direttamente cliccando qui. I giardini, invece sono ad accesso gratuito tutto l’anno, non è raro incontrare qualche viennese che fa jogging proprio qui!

 

Giorno 2

Colazione all’Hotel Sacher

Il secondo giorno, avendo un po’ di tempo a disposizione, mi sono fermata per fare una colazione decisamente lussuosa!

Nell’atmosfera elegante dell’Hotel Sacher a Vienna, mi sono deliziata con una colazione indimenticabile: un tavolo immacolato apparecchiato e la prelibatezza viennese per eccellenza, la celebre torta Sacher! Assaporando questo fantastico dolce e un cappuccino, ho iniziato la giornata immersa nella tradizione e nel pregio di questo storico hotel.

Per saperne di più leggi la recensione completa di questa fantastica esperienza!

Hofburg e il Museo Sissi

Hofburg è un monumento alla grandezza degli Asburgo e alla storia dell’Austria. Il Museo Sissi offre un’opportunità unica di scoprire la vita e la personalità straordinaria dell’Imperatrice Elisabetta. Con la guida audio in italiano, potrai camminare tra queste sale e corridoi, e ti sentirai avvolto dalla maestosità e dalla bellezza di un’epoca che vive ancora nei racconti e nei ricordi di Hofburg.

La storia di Hofburg è tanto vasta quanto affascinante; questo complesso di edifici, costruiti in stili architettonici diversi, tra cui il gotico, il rinascimentale e il barocco, ha servito come residenza principale degli imperatori austriaci sin dall’XI secolo. Nel corso dei secoli, è stato ampliato e modificato per adattarsi alle mutevoli esigenze della famiglia imperiale. Ogni angolo di Hofburg racconta una parte della storia, dalle Stanze Imperiali, con la loro ricchezza e maestosità, alla Cappella Imperiale, una chiesa barocca sfarzosa che evoca il sacro.

Ma il cuore pulsante di Hofburg si anima ancora di più grazie al Museo Sissi, dedicato all’Imperatrice Elisabetta d’Austria. Questa straordinaria esposizione offre un’immagine dettagliata della sua vita, della sua personalità vibrante e dell’epoca in cui visse. Gli oggetti personali di Sissi, come i suoi abiti, gioielli e oggetti d’uso quotidiano, risplendono come testimonianze di un’epoca ormai passata. Gli appartamenti dell’imperatrice, che riflettono il suo stile di vita e il suo gusto personale, sono un luogo di intimità e mistero.

Il Museo Sissi racconta le storie e i miti legati all’Imperatrice Elisabetta, offrendo una visione completa del suo ruolo pubblico e della sua vita privata. È un viaggio attraverso il tempo e nello spazio, che ci porta vicino a una figura affascinante e controversa della storia austriaca.

Burggarten e la statua di Mozart

Appena usciti dall’Hofburg, puoi dirigerti verso il delizioso Burggarten, giardino pubblico disseminato di vialetti e statue stupende. E’ qui che si erge la statua di Mozart, realizzata dallo scultore Viktor Tilgner, un’iconica rappresentazione di uno dei più grandi compositori della storia della musica, che attira ad ogni ora centinaia di visitatori!

La statua di Mozart a Vienna va oltre il ruolo di un semplice monumento; è diventata un simbolo della città stessa e del suo patrimonio musicale. Il sito è spesso utilizzato per eventi e celebrazioni musicali, compresi concerti all’aperto, che attirano musicisti e appassionati da tutto il mondo per onorare il genio di Mozart.

All’interno del Burggarten troverai anche il famoso e stupendo ristorante Palmenhouse, e lì accanto la Smetterlinghouse, la casa delle farfalle.

Karlskirche

Dal Buggarten mi sono spostata verso Karlsplatz in un altro bel parco pubblico dove ho pranzata in un chioschetto con tavoli.
Dopo una breve passeggiata sono arrivata davanti alla maestosa Karlskirche, o Chiesa di San Carlo Borromeo! Sono rimasta davvero stupefatta! E’ un vero un capolavoro barocco!

Commissionata dall’Imperatore Carlo VI nel 1716 per celebrare la fine di un’epidemia di peste, fu progettata da Johann Bernhard Fischer von Erlach e completata da suo figlio Joseph Emanuel nel 1723. La chiesa presenta una facciata dominata da colonne doriche e ioniche, una cupola ispirata a quella di San Pietro a Roma e un interno ornato con affreschi di Johann Michael Rottmayr.

Ciò che la rende unica è la cupola centrale accessibile tramite ascensore, offrendo una vista panoramica di Vienna.

La Karlskirche è anche conosciuta per essere sovente teatro di performance musicali e concerti grazie all’eccezionale acustica il che la rende una tappa imperdibile per gli amanti dell’arte e della musica classica che visitano Vienna.

Visita al Belvedere Superiore

ll Belvedere è un luogo straordinario che fonde arte, architettura e natura in una sinfonia di bellezza e cultura. I suoi palazzi, giardini e collezioni artistiche lo rendono uno dei principali punti di interesse culturali di Vienna, un luogo che lascia un’impronta indelebile nei cuori di chiunque lo visiti.

Il complesso del Belvedere è composto da due palazzi barocchi, il Belvedere Superiore e il Belvedere Inferiore, che abbracciano un vasto giardino. Questi palazzi furono costruiti nel XVIII secolo come residenze estive dal Principe Eugenio di Savoia, un celebre comandante militare e mecenate. La loro architettura è un’ode al barocco e al rococò, con facciate eleganti, sale sontuose e dettagli artistici che catturano l’occhio e l’anima. Qui, una vasta collezione di opere d’arte austriaca attende di essere scoperta, con capolavori di artisti come Gustav Klimt, Egon Schiele e Oskar Kokoschka. Ogni passo attraverso le sale del museo è un viaggio nell’arte e nella cultura austriaca.
Tra le preziose gemme del Belvedere, il Museo Austriaco dell’Arte Medievale (Österreichische Galerie Belvedere) brilla come una stella.

Prenota qui la tua visita al Belvedere Superiore 

Ma non è solo l’arte a fare del Belvedere un luogo speciale: i suoi giardini sono una delizia per gli occhi e l’anima e sono ad ingresso totalmente gratuito. Il giardino inferiore offre una cornice formale con viali alberati, aiuole fiorite e fontane che donano freschezza e serenità, nel giardino superiore, invece, si può ammirare una vista panoramica mozzafiato sulla città, abbracciata da una scenografica fontana e circondata da maestose statue.

Il Belvedere non è solo uno scrigno di tesori artistici, ma anche un palcoscenico per eventi speciali, mostre temporanee, concerti e spettacoli teatrali. Se desiderate esplorare a fondo questo affascinante complesso, è possibile partecipare a visite individuali e guidate che vi condurranno attraverso gli interni dei palazzi, svelando la loro storia e le opere d’arte esposte in modo approfondito.

Giorno 3

Museo Sigmund Freud

Il terzo giorno si riparte in metropolitana di buon’ora, stavolta la direzione è il nono distretto di Vienna, fermata Shottenring e 10 minuti di camminata.
Alle 9.00 arrivo davanti alla mia prima meta di oggi: La casa – Museo di Sigmund Freud, un luogo intriso di storia e pensiero che getta una luce unica sulla mente geniale di Sigmund Freud, il padre della psicoanalisi.
Questa dimora storica, situata al numero 19 di Berggasse è un punto di riferimento essenziale per coloro che sono affascinati dalla vita e dalle teorie rivoluzionarie di questo famoso psicoanalista, come me.

In questa affascinante residenza, Freud visse e lavorò dal 1891 al 1938. È in queste stanze che plasmò gran parte delle fondamentali teorie sulla psicoanalisi, ricevendo pazienti nello studio che ancora oggi ci appare come un affaccio al suo mondo interiore. Questa casa non è solo una dimora, ma un santuario intellettuale dove le menti curiose possono immergersi nell’ambiente in cui Freud ha forgiato le basi del suo rivoluzionario pensiero.

Oggi, la Casa di Freud è stata trasformata in un Museo che permette ai visitatori di esplorare in dettaglio la vita e il lavoro di Freud. 

Per avere qualche informazione in più su questaesposizione interessante che personalmente mi ha molto affascinato, leggi il mio articolo dove ne aprlo approfonditamente.

Se vuoi prenotare in anticipo la tua visita, clicca qui

Prater di Vienna

Non poteva mancare una tappa al famoso Prater di Vienna, il parco di divertimenti gratuito vicinissimo al centro.
La storia del Prater risale a secoli fa, quando era un’area di caccia imperiale riservata solo alla nobiltà. Tuttavia, nel 1766, l’imperatore Giuseppe II decise di aprire questo tesoro verde al pubblico, trasformandolo in uno dei primi parchi pubblici al mondo. Da allora, è diventato un luogo iconico per i viennesi e i turisti.

Una delle attrazioni più celebri del Prater è la “Riesenrad”, una maestosa ruota panoramica costruita nel 1897. Salire su questa ruota è come fare un viaggio nel tempo mentre si ammira una vista panoramica mozzafiato di Vienna. È un’esperienza imperdibile che rende il Prater ancora più speciale. Oltre alla celebre ruota, il parco ospita: montagne russe, giostre emozionanti e giochi per bambini, rendendolo un posto perfetto per le famiglie.

Tuttavia, il Prater è anche un’oasi di tranquillità, con ampie distese di verde, viali alberati e corsi d’acqua serpeggianti. È un luogo ideale per una passeggiata romantica o un picnic in mezzo alla natura, lontano dal trambusto della città. L’ingresso al parco è gratuito, ma alcune attrazioni potrebbero richiedere un biglietto.

L’Hundertwasserhaus

L’Hundertwasserhaus a Vienna è un edificio iconico dal design eclettico e colorato, opera dell’artista austriaco Friedensreich Hundertwasser. E’ proprio quello che non ti aspetteresti di trovare a Vienna, dopo la serie di palazzi storici già visti!

Le sue linee curve, spirali e decorazioni ispirate alla natura sfidano l’architettura convenzionale in favore di un approccio organico e fantasioso. Con le sue piastrelle colorate, vetrate irregolari e balconi unici, l’edificio è una festa visiva.

Progettato come complesso residenziale, l’Hundertwasserhaus è diventato un’attrazione turistica popolare a Vienna, attirando amanti dell’arte e dell’architettura ma anche semplici curiosi!
Vicino si trova il “KunstHausWien,” un museo dedicato all’arte di Hundertwasser, con un negozio di souvenir.

La Cappella dei Cappuccini

La Cappella dei Cappuccini, conosciuta anche come Kapuzinerkirche, è un’affascinante chiesa risalente al XVII secolo, quando l’Imperatore Mattia d’Asburgo ne ordinò la costruzione. Nel 1632, la chiesa fu completata, e da allora è stata uno dei luoghi di sepoltura più prestigiosi della famiglia imperiale degli Asburgo.

L’architettura della Cappella dei Cappuccini è un esempio raffinato del barocco, caratterizzata da una facciata elegante e interni ornati da affreschi e opere d’arte religiosa. Ma ciò che rende questo luogo veramente speciale è la Cripta Imperiale, situata sotto la chiesa stessa. Questa cripta è l’ultima dimora di numerosi membri della famiglia imperiale, tra cui l’Imperatrice Maria Teresa, l’Imperatore Francesco Giuseppe e l’Imperatrice Elisabetta (Sissi) che ancora oggi riceve messaggi e fiori.

 

Nashmarket

Il Naschmarkt è noto per la sua straordinaria offerta gastronomica che comprende una vasta selezione bancarelle di prodotti locali, spezie, frutta, verdura, carne, pesce, formaggi, pane e dolci. Qui è possibile anche trovare una vastissima scelta di ristorantini che offrono cucina internazionale, dalle prelibatezze mediorientali a piatti asiatici e molto altro. 

L’atmosfera del Naschmarkt è vivace e spesso affollata, creando un’opportunità ideale per immergersi nella cultura viennese, interagire con i residenti locali e scoprire anche nuovi sapori. Con radici storiche che risalgono a secoli fa, il mercato prende il nome dalla parola tedesca “naschen,” che significa “spizzicare” o “gustare,” riflettendo il suo ruolo come luogo dove acquistare e assaporare cibi freschi.

Il Naschmarkt, si trovava vicinissimo al mio appartamento e l’ho scelto come tappa per la cena dell’ultima cena a Vienna ma confesso che è davvero difficile decidere dove fermarsi a mangiare, la scelta è davvero molto vasta!!!!
Comunque la sua sua posizione nel sesto distretto lo rende facilmente accessibile a piedi o in metro (fermata Kettenbrugengasse) dalle principali attrazioni turistiche della città.

Oltre ai prodotti alimentari, il mercato offre anche stand di antiquariato, articoli per la casa, abbigliamento, accessori e il sabato mattina, il Naschmarkt ospita anche un mercato delle pulci, dove è possibile trovare oggetti vintage, e articoli di seconda mano.

Spero che questo itinerario ti abbia ispirato a visitare la capitale austriaca e tutte le attrazioni che può offrirti. Personalmente mi è piaciuta moltissimo e l’ho trovata molto curata, pulita ed efficiente!

Una città che mi sento di consigliare anche ai golosi, non solo per la Sacher Torte che è una vera delizia, ma anche per i pranzi e le cene a base di Snitzel e patate!

Se vuoi aggiungere qualche tappa al mio itinerario, lasciami un commento oppure scrivimi se ti piacerebbe visitarla!

Salva su Pinterest

Vuoi chiedermi un consiglio, raccontarmi le tue opinioni, suggerirmi qualcosa da fare o vedere o più semplicemente…salutarmi?

Lasciamo un commento qui sotto oppure,

ti aspetto sulla mia pagina FACEBOOK  LETYGOESON

e sul profilo INSTAGRAM @letygoeson

Ci vediamo lì!

 

 

Go on traveling!

Lety goes on

2 Commenti

  1. Francesca G. Prissa

    Sto valutando se fare o no la Vienna city card. credo che seguirò il tuo consiglio e farò una stima di costi tra quello che vorrei visitare con e senza la carta. Purtroppo non posso preventivare i trasporti pubblici che mi serviranno perchè ci sono agevolazioni anche in quel senso.
    Comunque il tuo itinerario mi sembra molto ricco, certe tappe richiedono tempo per essere visitate tipo il Belvedere e lo Shoenbrunn, spero di riuscire a fare tutto!!!!!! 🙂

    Rispondi
    • letygoeson

      Nel caso non facessi la ViennaCityCard, per muoverti agevolmente a Vienna, ti consiglio di fare il biglietto della metro valido più giorni. io ho fatto quello da 72 ore e ho risparmiato parecchio! Inoltre la metro a Vienna è davvero puntualissima e pulita. Ti porta da un punto all’altro della città in maniera veloce e sicura. Fammi sapere in ogni caso!!! Spero che riuscirai a vedere tutto, Vienna è una città davvero stupenda!!!!

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ciao! Sono Lety

Lety goes on

Like Us On Facebook

Facebook Pagelike Widget

Follow me on Bloglovin’

Follow

Follow me on Pinterest

Instagram Shooting Experience a Bologna

Il mio armadio su Vinted

Iscriviti ad Amazon Prime

I miei Tour, prenota con un click!

tour a piedi in centro a bologna Bologna tour guidato con degustazione Bologna, pranzo a casa di una sfoglina gita privata in Val d'Orcia visita sirmione motoscafo

Amazon Music

Instagram Shooting Experience a Bologna