Santuario della Beata Vergine di San Luca a Bologna: tutte le informazioni per la tua visita

Il Santuario della Beata Vergine di San Luca, sui famosi colli bolognesi: come arrivare, da dove partire e quanto tempo dura la passeggiata sotto al portico e ….quanto è lungo. Orari d’apertura, celebrazioni e storia di uno dei simboli di Bologna. Scopri tutto quello che c’è da sapere di questo luogo iconico che veglia sulla città di Bologna!

Se hai in programma una visita a Bologna, o sei già in città, ti consiglio vivamente di includere nel tuo itinerario una tappa al magnifico Santuario della Beata Vergine di San Luca. Questo affascinante luogo di culto rappresenta uno dei simboli più distintivi della città che veglia dall’alto del Colle della Guardia la quotidianità dei bolognesi e che dà sempre il bentornato a casa a chi torna da un viaggio!

Da bolognese, sono legatissima a questo luogo, come quasi tutti i miei concittadini, e in questo articolo ti accompagnerò con piacere alla scoperta di questa amatissima meta turistica e punto storico bolognese, i vari percorsi per raggiungerla dal centro, e ti fornirò tutte le informazioni necessarie e utili alla tua visita.

La Storia del Santuario della Beata Vergine di San Luca

Il Santuario della Beata Vergine di San Luca sorge su un colle boscoso noto come Colle della Guardia, elevandosi a quasi 300 metri sopra la città di Bologna. Una cappella si erge su questa collina da oltre un millennio, con la chiesa originaria costruita nel 1193.

L’attuale struttura, iniziata da Carlo Francesco Dotti nel 1723, fu completata nel 1765, dopo 42 anni di lavori. Giovanni Giacomo Dotti concluse la cupola, la facciata e le tribune laterali nel 1774, basandosi sui disegni del padre. L’edificio presenta una pianta circolare con bracci a croce greca, un unico corridoio e una maestosa cupola sostenuta da un grande tamburo. Dietro il presbiterio, una scala conduce a una galleria che ospita l’icona.

L’altare maggiore, realizzato nel 1815 su progetto di Venturoli, è riccamente decorato. La leggenda narra di un pellegrino-eremita greco che ricevette un dipinto della Madonna col Bambino durante un pellegrinaggio a Costantinopoli. L’icona, attribuita all’evangelista Luca, fu portata sul “Monte della Guardia” vicino a Bologna, secondo un’iscrizione sull’opera.

Oggi, l’icona sacra attrae pellegrini devoti, creando la sensazione che lo sguardo materno vegli su di loro, particolarmente intensa quando ci si avvicina attraverso la scala all’altare.

Ogni maggio, i bolognesi celebrano la Madonna di San Luca trasportando l’icona dal Santuario alla Cattedrale di San Pietro in via Indipendenza (in pieno centro) con una processione solenne.
L’icona resta per una settimana in centro città e poi viene riportata al Santuario della Madonna di San Luca con un lungo seguito in processione solenne. La città rende omaggio alla Madonna che passa adornando le finestre con drappi rossi lungo la strada che l’icona percorre.

Una stranezza risaputa ormai da secoli accade ogni anno proprio in occasione della discesa e della risalita della Madonna di San Luca. Non si spiega come mai ogni anno piova! E’ una certezza matematica ma inspiegabile, ogni anno le processioni sono celebrate con pioggia battente. Forse la Madonna di San Luca non vuole essere spostata e dimostra il suo dissenso facendo piovere????

Il Portico di San Luca

Per raggiungere il Santuario della Beata Vergine di San Luca, è necessario percorrere o affiancare il Portico di San Luca, esso stesso un celebre punto di riferimento per la città. Si tratta di un camminamento coperto che ha origine dall’inizio di Via Saragozza e termina all’ingresso del Santuario, fino alla cima del Colle della Guardia.

Il portico conta di 666 archi, 498 gradini e 15 cappelle. Con i suoi 3,796 m (quasi 3,8km) è il portico più lungo al mondo. Il tratto in pianura, che va dall’Arco Bonaccorsi, davanti a porta Saragozza, fino “al Meloncello”, è composto da 316 arcate ed è lungo 1,52 km. Gli ultimi 2 km, dall’Arco del Meloncello all’ingresso del Santuario parte una salita con una pendenza del 10% e diversi gradini.

Il Portico che conduce alla Basilica porta con sé un significato simbolico nascosto. Rappresenta un serpente, simbolo del male, evidenziato dalla presenza di 666 arcate. D’altra parte, la basilica stessa simboleggia la Vergine Maria che sconfigge il serpente, simboleggiando la vittoria del Bene sul Male. Questo è anche uno dei 7 segreti che la città di Bologna nasconde.

Come arrivare a San Luca

Per raggiungere il Santuario della Madonna di San Luca da Bologna, hai diverse opzioni di trasporto tra cui scegliere.

A piedi

Se hai il desiderio di immergerti nell’ambiente circostante e apprezzare la bellezza del paesaggio, ti consiglio vivamente di intraprendere la passeggiata lungo il Portico di San Luca.
Lungo il portico del XVIII secolo vivrai un’esperienza unica e memorabile, riparandoti dalle intemperie e consentendoti di immergerti con calma nei panorami straordinari lungo il tragitto. È davvero una delle attività più suggestive da svolgere a Bologna!

I punti di partenza per questa camminata verso il Santuario di San Luca sono molteplici, e puoi iniziare da qualsiasi zona di Bologna: alcuni scelgono di partire da Piazza Maggiore, nel cuore del centro storico, mentre a me piace iniziare dall’iconica Porta Saragozza, (raggiungibile con la linea bus 20) sede anche del Museo cittadino dedicato alla Madonna di san Luca.

Oppure, se hai la voglia di camminare ma poco tempo a disposizione, puoi considerare l’inizio del percorso dall’Arco del Meloncello, (raggiungibile sempre con la linea bus 20) un altro punto storico e imponente del percorso e punto di partenza della salita. Dal Meloncello occorrono circa 30 minuti di cammino in salita per arrivare a destinazione. La scelta del punto di partenza dipende dalle tue preferenze e comodità, puoi immergerti nella vitalità di Bologna o iniziare la tua escursione da una zona più tranquilla.

 

Durante questa passeggiata verso San Luca, prenditi il tempo per ammirare il panorama mozzafiato della città, gli archi e la passerella coperta che ti accompagneranno. Preparati a indossare scarpe comode e a sudare un pochino! Attento agli atleti e ai corridori che sfrecciano su e giù sotto al portico!

Trenino San Luca Express

Se desideri un modo comodo e panoramico per arrivare al Santuario, considera il trenino su gomma San Luca Express che parte da Piazza Maggiore nel centro città ogni 40 minuti (con pochissime eccezioni).

Questa opzione offre un viaggio confortevole con una guida sia in italiano che in inglese che intratterrà il tuo viaggio con brevi spiegazioni, consentendoti di godere di splendide viste sulla campagna durante il tragitto.

Il viaggio di andata e di ritorno ha un costo complessivo di 10 euro, prenotabile anche qui. 

Autobus 58

Per chi predilige un’opzione più pratica, l’autobus 58 offre orari frequenti per raggiungere il Santuario e tornare a Bologna. Parte da Villa Spada, fuori porta Saragozza e arriva fino ai piedi della Basilica. Approfitta della vista panoramica della città dai colli bolognesi dal finestrino del bus. Il costo del biglietto è quello di una normale corsa urbana sugli autobus Tper, 1.40 € se lo compri in tabaccheria, 1.50 € se lo acquisti a bordo e ha validità 60 minuti.
(orari della linea disponibili a questo link )

Bicicletta

Per un’alternativa comoda e panoramica, la bicicletta è un’ottima scelta. La strada che conduce alla chiesa è spesso tappa di gare ciclistiche amatoriali e professionistiche, come il Giro d’Italia. Con l’app MOOve, puoi condividere le iconiche biciclette bianche e arancioni disseminate per tutta la città, puoi prenderla in prestito scaricando l’app e riparcheggiarla una volta tornato giù.
Puoi anche partecipare a un tour in bicicletta con un gruppo che include una sosta al Santuario!

Il Santuario della Beata Vergine di San Luca a Bologna

Sei finalmente arrivato al Santuario di San Luca! Se sei salito a piedi o in bicicletta, prendi fiato e ammira il favoloso posto in cui sei arrivato!

Il Santuario, simbolo di devozione e fede, offre un ambiente ideale per la riflessione, ti consiglio di spendere qualche minuto seduto nel giardinetto a meditare o semplicemente per una pausa rigenerante mentre ti godi il panorama!

Inizia la tua esplorazione concentrandoti sulla magnifica architettura della Basilica, del XVIII secolo, la sua imponente presenza sulla cima della collina sicuramente catturerà la tua attenzione ammira la moltitudine di fantastici dettagli di questo sito religioso.
All’interno del Santuario, resterai incantato dalla straordinaria architettura e dalle opere d’arte che adornano gli spazi, ti consiglio di esplorare le diverse cappelle e i manufatti religiosi che raccontano la profonda spiritualità di questo luogo.

Per un’esperienza ancora più indimenticabile, ti consiglio di arrivare fino sulla cupola per la Sky Experience. Questa opportunità ti consentirà di salire le antiche scale a chiocciola fino alla soffitta del Santuario, dove troverai la “cupola visitabile più alta” d’Europa. Da questo punto elevato, potrai godere di una vista mozzafiato dei tetti rossi di Bologna da un punto di vista davvero esclusivo!!!!!

Consigli per la Visita al Santuario della Madonna di San Luca

Scarpe Comode

Indossa scarpe comode per affrontare la salita al Santuario, che comprende circa 6 miglia di viaggio da Piazza Maggiore. È adatto a persone di tutte le età e livelli di forma fisica, ma scarpe adeguate sono essenziali.

Orari di Apertura

Verifica gli orari di apertura della Basilica prima della visita. Attualmente, il Santuario è aperto tutti i giorni dalle 7:00 alle 19:00. Per informazioni aggiornate, consulta il sito ufficiale.

La Sky Experience è accessibile solo dalle 10:00 alle 13:30 e dalle 14:30 alle 18:00 dal lunedì al sabato, e dalle 12:00 alle 18:00 la domenica.

Visita Guidata

Se interessato a visite guidate o eventi speciali, prenota in anticipo per garantirti un posto. Puoi prenotare un tour attraverso il sito ufficiale.

Il Museo della Beata Vergine di San Luca

Non tutti sanno che all’interno del Cassero di Porta Saragozza, eretto nel 1858 per incorniciare le solenni processioni annuali dedicate alla Madonna, si sviluppa il Museo dedicato al culto mariano che si snoda attraverso i secoli, incantato dalla venerazione dell’immagine della Madonna.

Il percorso museale, come un filo invisibile, ti guida attraverso la devozione secolare, dalle antiche tradizioni alle manifestazioni artistiche contemporanee, è un vivace centro di attività e apprendimento, con laboratori didattici per le scuole, attività pensate per le famiglie e affascinanti visite guidate che trasformano ogni visita in un’occasione unica di scoperta. 
Il museo è gratuito ed è aperto il martedì, giovedì e sabato dalle 9:00 alle 13:00, e la domenica dalle 10:00 alle 14:00.

Spero che in questo articolo avrai trovato tutte le informazioni per visitare il santuario della Beata Vergine di san Luca a Bologna! 

Salva su Pinterest

Vuoi chiedermi un consiglio, raccontarmi le tue opinioni, suggerirmi qualcosa da fare o vedere o più semplicemente…salutarmi?

Lasciamo un commento qui sotto oppure,

ti aspetto sulla mia pagina FACEBOOK  LETYGOESON ,

sul profilo INSTAGRAM @letygoeson,

se vuoi seguimi su Bloglovin 

Ci vediamo lì!

 

Go on traveling!

Lety goes on

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ciao! Sono Lety

Lety goes on

Like Us On Facebook

Facebook Pagelike Widget

Follow me on Bloglovin’

Follow

Follow me on Pinterest

Instagram Shooting Experience a Bologna

Il mio armadio su Vinted

Iscriviti ad Amazon Prime

I miei Tour, prenota con un click!

tour a piedi in centro a bologna Bologna tour guidato con degustazione Bologna, pranzo a casa di una sfoglina gita privata in Val d'Orcia visita sirmione motoscafo

Amazon Music

Instagram Shooting Experience a Bologna