Top
dozza-imolese-non-un-semplice-borgo-2-letygoeson

Alla ricerca di un bel posticino per un ottimo pranzo della domenica con, magari, passeggiatina digestiva?
Se non vuoi allontanarti troppo da Bologna, ti consiglio Dozza Imolese.
Dozza imolese è un paesino in Provincia di Bologna, conta circa un migliaio di abitanti. Fin qui tutto normale, ma cosa lo rende particolare?
Sorge tra la pianura e i primi colli imolesi, proprio al confine tra l’Emilia e la Romagna. Dista 8 km da Imola, 34 da Bologna ed è annoverato tra i borghi più belli d’Italia.
A Dozza non manca proprio nulla. Storia, arte, eno e gastronomia. Tutto quello che io personalmente, cerco da una gita fuori porta.

Il borgo dipinto di Dozza

Il suo Borgo medievale, tuttora perfettamente conservato, è attualmente famoso per essere diventato una vera galleria d’arte a cielo aperto.
Passeggiando per le strade noterai sicuramente i tanti murales colorati sulla maggior parte delle case, questa particolarità rende il piccolo borgo un luogo affascinante e tutto da scoprire.

I murales rappresentano le più svariate immagini, scene di vita quotidiana, creature fantastiche, oggetti comuni che si integrano perfettamente con l’architettura delle abitazioni e con l’ambiente circostante.

Passeggiare per queste strade è una sorpresa continua.
Durante, poi, periodo natalizio, troverete tanti presepi esposti sui davanzali delle finestre ed il paese addobbato a festa, Dozza sarà ancora più suggestiva.
Una giornata alla scoperta di Dozza è davvero rilassante, nonostante la sua unica bellezza, non è presa d’assalto da comitive di turisti che renderebbero l’esperienza assai meno distesa.

L’origine dei murales. Cosa vedere a Dozza e l’origine dei suoi murales

La pro loco di Dozza nel 1960 decise di ‘creare’ la Biennale del Muro Dipinto. Una manifestazione che richiamava gli artisti a dipingere direttamente sui muri delle case davanti agli spettatori. Da quel momento artisti più o meno famosi hanno sempre più arricchito la collezione ed ora possiamo godere di più di 200 opere (verificare numero).

dozza-imolese-non-un-semplice-borgo-3-letygoeson

Murales di Dozza Imolese

dozza-imolese-non-il-solito-borgo-7-letygoeson

Murales di Dozza Imolese

La Rocca di Dozza

La Rocca Sforzesca domina il paese dalla sua collina più alta ed è circondata da antiche mura. Edificata nel XIII secolo, da fortezza medievale, è stata poi ri progettata e completamente ristrutturata da Caterina Sforza che la trasformò un palazzo signorile rinascimentale.
Dai torrioni della Rocca si gode di una magnifica vista panoramica sulle colline bolognesi, ed i suoi paesaggi rurali. Vi assicuro che il tramonto da quassù è davvero speciale!

Al piano terra della Rocca si trova l’Enoteca Regionale Emilia-Romagna. Con l’acquisto di una tessera a consumo, potrete assaggiare le tipicità eno-gastronomiche del territorio bolognese, spillando vino direttamente dai dispenser, ma anche miele e confetture.

Mangiare a Dozza

Dozza è anche una meta gastronomica tra le mie preferite, vi sono infatti alcune osterie tradizionali, una fra tutte che vi consiglio di provare è la Bottega Ristorante e Vineria.
Una tappa davvero consigliatissima per un pranzo o una cena da ricordare. Leggi la mia recensione di la Bottega Ristorante e Vineria di Dozza Qui

Spero che tu abbia trovato utile questo post su Dozza imolese! Se hai domande o hai un posto preferito a Dozza che non è nella mia lista, lasciami un commento qui sotto.

 

Go on traveling!

Lety goes on

post a comment